Archivio tag: sicily

Cloves

Illusione sovrasta realtà, cumuli di macerie edificano cattedrali, l’io spirituale diventa dottrina tecnologica. Un mondo senza paure di farne parte si affaccia al paradosso del genere umano. Coccinelle riportano l’attenzione al nuovo come costante cambiamento. Tempo scorre, spazio si uniforma tra cielo e terra, pensiero esegue percorso dettato dal caso. Appuntamenti alla ricerca del viaggio, ultima meta prima di ripartire.

uso e Riuso della materia mondo vibrante percorso inverso

il giardino dentro il giardino cantamu e sonamu

EMERGENZA – Allarme ambientale e sanitario nell’area dei cassonetti. La Sicilia pag. lll – Rifiuti, sulle strade ci sono 600 tonnellate la città è in ginocchio per il nodo discarica. (Catania)

chiodi di garofano

Chiodi di Garofano. Settembre, lentezza e gentilezza. Meticolosamente passo respira

Paper titles

mezzanine living sicily contemporary artist

Mazzarrò Taormina Sicily needs love

Fare, il miglior modo di non pensare, fanno senza pensare. Riappropriarsi del tempo, velocità travestita da eleganza, decadimento. Non ci vogliono titoli per guardarsi intorno. Se il vecchio capisse che è giunto il nuovo, ma chi guarda più il cielo? Sembra immerso, tempo spensierato, leggerezza. Mazzarò, Taormina

Host Mezzanine Lving

Wir haben 2 sehr schöne Wochen in Claudios Apartment verbracht. Die Wohnung liegt unter dem Dach eines Pallazzos, sehr günstig in Catania gelegen. Achtung — die Wohnung ist für Menschen mit Behinderung nicht so gut geeignet, da es zwar einen Aufzug bis zum 3. Stock gibt, man danach aber noch einige schwierige Stufen bis in die Wohnung vor sich hat. Die Ausstattung von Bad und Küche ist veraltet und nicht mit einem modernen Hotel vergleichbar, aber Claudio hat das ganze Apartment liebevoll gestaltet und dekoriert, sodass man auch nach Tagen noch etwas Neues entdeckt. Nirgends sonst fühlt man sich in Catania wahrscheinlich dem Himmel so nah. Claudio ist der netteste Mensch der Welt — er hat uns bei allem geholfen, mit uns (auf seine Kosten) einen tollen Tag am Strand verbracht und uns zuletzt zum Flughafen gefahren. Er ist ein sehr offener und großzügiger Mensch, und wir haben uns sehr gefreut, ihn kennen lernen zu dürfen!

Presidente Mia Terre di Mosè

Titoli di carta. Un bosco, avrei preferito la salvaguardia planetaria, un nido dentro un bosco, si.. avrei approvato la danza. Padre Luce Nutre Vita Soccorsa. Il Giardino dentro il giardino, Empathy Mezzanine Living.

thinking house

Appunti di viaggio, quando una persona si inginocchia non chiedere mai niente. L’amore trasforma, arte della risoluzione. Bisogna diventare davvero piccoli per passare dalla serratura.mezzanine living mediterranean artist

il mondo ha bisogno d'amore

Consapevolezza di cosa si cela dietro, dentro e sotto un vulcano, misteri ancora lontani in cui gravita il genere umano. Superbia, saccenteria, parole d’ordine di un mondo stereotipato. Un museo anche per la panna cotta, mentre il latte diventa sempre più sintetico. Parchi verdi dipinti sopra imperterrito cemento. Sembra non essere chiaro il messaggio, sistema terrorizza e avvalora le cause del terrore. Acqua Potabile, Rimboschimento Globale, Uso e Riuso della Materia.imprints claudio arezzo di trifiletti

Considerazione: Presto l’aria diverrà irrespirabile, tecnologia avanza nel degrado della coscienza. Vaccini, tamponi, nazioni controllate dalle corporazioni. Realtà, legittimazione della forma, gomiti egizi.

suoni armonici

Arte involontaria

Rigenerazione, sfratto delle ombre, pausa ricreativa, preghiera costruttiva, meditazione di supplica. Visioni, appuntamenti da realizzare, suoni armonici. L’uomo non comprende che l’umanità è sotto assedio, beato l’animale che ancora sente. Guarda l’albero e datti una risposta. Spirituale connessione, semina del nuovo giorno. Prudenza la dovrebbero chiedere gli abitanti di questa terra nell’utilizzo scellerato delle risorse.

vento satellitare

connection contemporary home artist

I gabbiani che si lanciano segnali anche la notte non li sente chi ascolta imperterrito le notizie preconfezionate. Vento satellitare, superficie mediatica, pozzi dell’insensato, acclamazione del nulla, gallerie spodestano formicai, prurito della lucertola, lingua del pappagallo.

constant thoughts

artista concettuale sicilia

arte democratica 1mqdb

Mia Presidente

Pelo senza malizia. Le cose non le so, le sento. Mentre la gente litigava una luna splendeva in cielo.

villa bellini catania

Fare esperienza del pensiero

Normale amministrazione, grammatica follettiana

il giardino dentro il giardino grammatica follettiana

la conoscenza delle mele mezzanine living

il segreto della mela

il segreto della mela sicily contemporary artist

il giardino dentro il giardino villa bellini il segreto della mela

grammatica follettiana fare esperienza del pensiero

denti puliti Mia

Nessuna scintilla divenne fuoco, fare esperienza del pensiero. Normale amministrazione, grammatica follettiana. Le rughe della mela, Il Giardino dentro il giardino. Chi ha paura dell’intenso vive una vita solubile. Attraversando il Bardo, Franco Battiato

Invisible Regime

Ogni cosa in natura splende di luce divina. Taormina, Isola Bella

Ogni cosa in natura splende di luce divina. Taormina, Isola Bella

Non sono portato per fare il politico, appartengo ad un regime invisibile. A volte ho l’impressione come se la fonte sia unica, voi parlate di multe quando c’è gente ed è molta che cammina senza assicurazione e non perché incivile ma perché a stento hanno i soldi per la benzina o per il pane. Resta una guerra tra poveri, straordinario sarà il momento del risveglio di coscienza. Chi non vuol capire ci marcia, perché parlare sempre del buio? Cerchiamo comprendere la luce, sentire il vento.

Planetary Embassy Respect Planet

Piccoli mondi crescono. Ambasciata Planetaria Rispetto Pianeta Imprints of Peace Ospedale Santa Marta. Farei omaggio alla terra con altra terra. Parco Martiri della Libertà (CT)

Ho passato un'infanzia anche a portare vitelli al pascolo. (Mia)

Ho passato un’infanzia anche a portare vitelli al pascolo. (Mia) 

Story of a Patrician Holy Family in Sicily

Catania, 5 febbraio 251 – “Bambina mia non ti esporre, lo sai che noi cristiani siamo perseguitati” Questa è la storia di una famiglia tra le più influenti del mondo, risiedeva nella città di Catania. Palazzi, ori e gioielli, salotti e giardini, una casata con antiche radici patrizie, misericordia, luce di pace risiedeva in quelle mura.

Racconto di una Santa Famiglia Patrizia in Sicilia

Racconto di una Santa Famiglia Patrizia in Sicilia

Agata era sempre fuori, in mezzo alla campagna, correva e cantava lodi al Signore, era un mondo dove il popolo si inginocchiava, faceva omaggio a bestie di pietra, chiamate in quell’epoca divinità. Catania era una città differente, fatta di povera gente, giardini e cavalli, le strade erano di terra battuta, oggi sono a circa 15 metri di profondità sotto il contemporaneo. Padre e madre, profonde guide devote al Cristo per generazioni, non riuscirono a sottrarre la figliola dalle grinfie di quel potere terreno assodato tra impero e tenebra. “Bambina mia, perché doni tutti i tuoi abiti?” Agata si disfaceva di tutta la materia, gioielli per lei erano il pane della sua gente, si rammaricava quando incontrava tristezza e il suo volto era di un candore disarmante. Provarono ripetutamente a corrompere il suo animo, ma niente poté arrestare la Sua completa devozione allo Spirito dei cieli. Teatri offrivano scenari atroci, coloro che perseguivano l’insegnamento di Gesù erano perseguitati, beffeggiati, imprigionati, buttati tra le belve, questo era lo spettacolo. Agata perdona tutto e tutti, il suo dolore è strada verso l’Altissimo. Testimonianze manifestano l’appartenere all’Onnipotenza, ma vengono sempre prese come sfide al potere terreno, al punto da dover proteggere anche i suoi carcerieri dall’improvvisa apertura dei cancelli di tutte le celle. Luce Benedetta, Manifesta, Guarisce le Sue ferite, dolore, refrigerio, calore, guarigione. Prigionieri tornano liberi, ma Lei non può andare, i soldati non vuol fare giustiziare, continua essenza amorevole persevera, i suoi seni sono integri. Agata viene nascosta in una vicina tenuta di proprietà della famiglia, oggi sarebbe San Giovanni Galermo, questa volta è davvero in pericolo. Quinziano la vuole giustiziare, il popolo viene perseguitato alla ricerca di una confidenza su dove potesse trovarsi la perseguitata. Agata racconta l’amore universale, evangelizza i contadini che lavoravano la terra. All’improvviso la notte viene portata via dai soldati che riuscirono a rintracciarla. Rapita con violenza sarà giustiziata alle prime luci, la madre non potendo fare altro, porge alla figlia un’antichissima stoffa, chiamato oggi Velo di Sant’Agata che la proteggerà dal fuoco, ma non dall’insaziabilità di sangue perpetuo dell’impero, eppure il proconsole era stato messo in guardia: “ Lascia stare Agata”, ma niente sembrava scalfire il dominio che reggeva le sorti di quella fanciulla. Verrà portata senza vita fisica dentro le grotte che si trovavano nell’antico cimitero, oggi la fiera (Piazza Carlo Alberto). Agata era molto affezionata a quei luoghi, il suono dei ruscelli, il soffio di quel bosco. Agata Martire, Etna Martire, Madre Terra Martire, chi conserva valori risiede in tesori spirituali. Il Velo, potrebbe essere appartenuto all’Immacolata Concezione e tramandato da famiglia in famiglia. Quinziano in fuga scompare insieme alle sue vili gesta e Catania torna ad adorare quella bambina che solo amore di vero cuore sapeva donare. Questa è la storia della più bella famiglia che abbia messo piede in questa terra, il racconto di ramificazioni di Santi in Sicilia è vasto, come la memoria sotterrata. Devozione, testimonianza, tramandare preghiere, ascoltare, colonne sono polvere difronte il desiderio di rinascita. Agata sarà la liberazione della patria.