Archivio della categoria: visionary artist

Spirit of Fire Visceral Breath Respect Planet

Spirito del Fuoco Respiro Viscerale Rispetto Pianeta Alicudi Connessione Eolie Isola Lachea Aci Trezza – 30/10/10/10 Work in Progress Acrylic 61/51 cm. Di Lavinia Coniglio – Storica dell’Arterespiro viscerale rispetto pianeta nuova era

Quello di Claudio Arezzo di Trifiletti è un viaggio sensoriale totalizzante: avviene sull’isola selvaggia e per tale ragione pura di Alicudi. L’isola, parte dell’arcipelago delle Eolie, offre l’opportunità di indagare la potenza dei suoni primordiali quali l’eco delle onde, il battito energico delle mani, il canto assordante e pacifico delle cicale, la carezza dei palmi sulle onde, i passi stanchi degli asini sull’arido terreno.alicudi contemporay artist sicily mediterranean island

È l’artista stesso parte di un’opera naturale e in tale scenario crea seguendo il filo empatico che lo caratterizza fortemente. Si tratta di un connubio di energie potenti. Le opere sono trenta, sdraiate sugli scogli, libere e pure come l’artista, abbracciate dal dolce danzare dell’acqua sui ciottoli. La contemporaneità delle opere dialoga con l’eterna libertà di un’isola stimolante, incontaminata. L’anima di Claudio si rispecchia nell’essenza di Alicudi.alicudi connection isola lache aci trezza respiro viscerale

Tra i messaggi cardine dell’opera non figurativa dell’artista vi è la cura del pianeta, la ricerca della perfetta armonia che permette il dialogo tra l’uomo e la natura. Il lavoro intimo ed altamente energetico di Claudio è raro, prezioso e per tale ragione da mostrare come esempio e da preservare in un mondo che si rivela ormai progressivamente poco introspettivo. Sono grata dunque per gli stimoli donatomi.alicudi sicily mediterranean artist connection isola lache aci trezza

contemporary artist isole eolie alicudi connection isola lachea aci trezzarespiro viscerale isola lachea mediterranean artist

thinking house

Appunti di viaggio, quando una persona si inginocchia non chiedere mai niente. L’amore trasforma, arte della risoluzione. Bisogna diventare davvero piccoli per passare dalla serratura.mezzanine living mediterranean artist

il mondo ha bisogno d'amore

Consapevolezza di cosa si cela dietro, dentro e sotto un vulcano, misteri ancora lontani in cui gravita il genere umano. Superbia, saccenteria, parole d’ordine di un mondo stereotipato. Un museo anche per la panna cotta, mentre il latte diventa sempre più sintetico. Parchi verdi dipinti sopra imperterrito cemento. Sembra non essere chiaro il messaggio, sistema terrorizza e avvalora le cause del terrore. Acqua Potabile, Rimboschimento Globale, Uso e Riuso della Materia.imprints claudio arezzo di trifiletti

Considerazione: Presto l’aria diverrà irrespirabile, tecnologia avanza nel degrado della coscienza. Vaccini, tamponi, nazioni controllate dalle corporazioni. Realtà, legittimazione della forma, gomiti egizi.

cosmic painting

Qui dove il mare luccica,
e tira forte il vento
su una vecchia terrazza
davanti al golfo di Surriento
un uomo abbraccia una ragazza,
dopo che aveva pianto
poi si schiarisce la voce,
e ricomincia il canto.
Te voglio bene assaje,
ma tanto tanto bene sai
è una catena ormai,
che scioglie il sangue dint’ ‘e ‘vvene sai.
Vide le luci in mezzo al mare,
pensò alle notti là in America
ma erano solo le lampare
nella bianca scia di un’elica
sentì il dolore nella musica,
si alzò dal pianoforte
ma quando vide la luna uscire da una nuvola
gli sembrò più dolce anche la morte
guardò negli occhi la ragazza,
quelli occhi verdi come il mare
poi all’improvviso uscì una lacrima,
e lui credette di affogare
Te voglio bene assaje,
ma tanto tanto bene sai
è una catena ormai,
che scioglie il sangue dint’ ‘e ‘vvene sai
Potenza della lirica,
dove ogni dramma è un falso
che con un po’ di trucco e con la mimica
puoi diventare un altro
ma due occhi che ti guardano
così vicini e veri
ti fan scordare le parole,
confondono i pensieri
così diventa tutto piccolo,
anche le notti là in America
ti volti e vedi la tua vita
come la scia di un’elica
ma sì, è la vita che finisce,
ma lui non ci pensò poi tanto
anzi si sentiva già felice,
e ricominciò il suo canto
Te voglio bene assaje,
ma tanto tanto bene sai
è una catena ormai,
che scioglie il sangue dint’ ‘e ‘vvene sai

Caruso – Lucio Dalla

#privatecollectionimprintsofpeace
Installazione Antropologica Datemi Spazio
Portali Quantici Pittura Cosmica
Fino al 6 Gennaio h.9/19

Catania Palazzo della Cultura