Archivio della categoria: tutto gira

thinking house

Appunti di viaggio, quando una persona si inginocchia non chiedere mai niente. L’amore trasforma, arte della risoluzione. Bisogna diventare davvero piccoli per passare dalla serratura.mezzanine living mediterranean artist

il mondo ha bisogno d'amore

Consapevolezza di cosa si cela dietro, dentro e sotto un vulcano, misteri ancora lontani in cui gravita il genere umano. Superbia, saccenteria, parole d’ordine di un mondo stereotipato. Un museo anche per la panna cotta, mentre il latte diventa sempre più sintetico. Parchi verdi dipinti sopra imperterrito cemento. Sembra non essere chiaro il messaggio, sistema terrorizza e avvalora le cause del terrore. Acqua Potabile, Rimboschimento Globale, Uso e Riuso della Materia.imprints claudio arezzo di trifiletti

Considerazione: Presto l’aria diverrà irrespirabile, tecnologia avanza nel degrado della coscienza. Vaccini, tamponi, nazioni controllate dalle corporazioni. Realtà, legittimazione della forma, gomiti egizi.

tutto gira

Quante occasioni sprecate, a volte per paura, altre per superbia. Paura dell’effetto, quando troppo intense. Superbia quando troppo limpide, da non essere accolte. Mi avvolge fluidamente una forma che predomina il mio essere. Il dolore per una carie, non mi ferma dal mangiare cioccolata, è un dolore che mi accompagna, trattiene. Equilibrio, disciplina, mi sostengono, altre mi smarriscono dentro il sogno. Non c’è cosa impossibile, attimo che colora il sentito. Quanto è vero un tavolo, il sogno ne è a conoscenza, come un palco con gli attori in movimento. Imitazione, inseguire l’azione esempio, essere veloci o lenti non ha voto, ma volontà. Si eliminano gli schemi nella solitudine di un numero unico, come l’attimo di una stella. E’ buio quando è buio, non può essere buio quando è luce. Fede, coraggio dimesso, accettazione di una fine, mai della fine, la fine non esiste dentro un cerchio, tutto gira.

arte involontaria

arte involontaria