Archivio tag: cerchi d’oro

Cassetti e sacchetti

mezzanine living arte involontaria imprints of peace sicily needs love 1mqdb

Porto di Catania/Molo di Levante – Cassetto protagonista degno di un equilibrista, benvenuto cilindro progettista. Urgentemente non c’è tempo, devo fare vedere alla città cosa sarà quel molo che restituirò alla libera fruizione. Settanta milioni di euro, partenza delle opere con prevista conclusione ottocento giorni. Sfiorare il sogno dell’incompiuto, tempi superati, respiro affannato. Era bellissimo in tempi non corrotti, commerciale quando sete, tabacchi e agrumi esportavamo. La città si è rimpicciolita, sicurezza racconta privazione. Zona Industriale (Pantano d’Arci) edificata sopra il letto del fiume Simeto (Mosè) occultando ciò che doveva essere, diventa oggi Deposito Logistico. Inciviltà travestita da progresso, credo siamo giunti all’ingresso. Elevarsi al Bene Comune, Salvaguardia Planetaria. Restituire Decoro al Mare, Catania è ospite degli Elementi, Oasi Playa. Economia e lavoro sono figli della bellezza, Museo dello Spazio/Luogo immaginario Ex Italcementi. (Cancello 10)

mia il parco ritrovato dentro il giardino piazza giovanni verga cerchi d'oro catania visionaria mercatino del libro salvaguardia della memoria

dolore di un mondo non preso in considerazione catania visionaria

pozzo di gammazita atreius natura primitiva rispetto pianeta arte involontaria 1mqdb catania visionaria

mondo delle fiabe e dei racconti anelano i sogni catania visionaria

uso e riuso della materia pianeta in sala rianimazione catania visionaria formikepazze

formikepazze catania visionaria sogno new york spring in the world needs love

contenuto della parola anime pacifiche 1v18000 om shanti

1mqdb mia verde urbano involontario radici intercedono nuova dimensione vite

1v18000 uno vale diciottomila

la scatola sistema decaduto nuova dimensione contenuto parola formikepazze uso e riuso della materia

Mondo delle fiabe e dei racconti anela al sogno, dolore di un mondo non preso in considerazione. Mi nutro nutrendo la materia di spirito, silenzio che tutto sente disegna pause sonore. (Amore incondizionato)

1mqdb il giardino dentro il giardino villa bellini catania visionaria

I speak for myself

– Eccolo lì! Il solito sognatore di passaggio, liberiamo le piazze, e poi le macchine dove le mettiamo?

piazza giovanni verga carmelo mendola i malavoglia e il parco ritrovato cerchi d'oro catania

Piazza Giovanni Verga, Fontana dei Malavoglia di Carmelo Mendola. Il Parco Ritrovato Catania

*Gentile signore, vi sono grato della vostra osservazione, credo che questa società sia arrivata ad un bivio, consapevoli di quanta ipocrisia si celebri nella parola, continuiamo a perseverare ingannandoci per decoro della decadenza. Mi perdoni, ho appena steso la biancheria, mi considero un privilegiato, il mio cortile è alto e riparato dallo smog della città. Quando raramente prendo la macchina, a volte capita che inevitabilmente venga risucchiato in un ingorgo della piccola metropoli, vedo le macchine incollate l’una con l’altra, resto sempre ad un margine di distanza, l’aria la sento irrespirabile. Rallentare la marcia, siamo sotto scacco mentre affonda un tempo. Predisporsi per il nuovo credo sia decoro, restituire contenuto alla parola credo possa chiamare perdono. Mamma mi porti al parco, è più facile imbucarsi nella sterilità di un centro commerciale che godere del dono. Alla bellezza è stata riservata salvezza. Realtà, presente dinanzi gli occhi di tutti, scorgerla, soluzione risiede. Il Pianeta ha bisogno d’amore, la Vita ha bisogno nutrimento, la Verità azioni che risveglino le coscienze. Il peso di una foglia, la lacrima di un’alba, luce trapassa le braccia di un albero. Separarsi da ciò che era, tornare a ciò che è. Non tollero suoni molesti dentro casa, la formattazione commerciale ha reso voci sterili, prive di qualsiasi emozione, precostruite. Mi piace il silenzio è fatto di molti suoni. Autenticità, un romanzo segreto respira nel buio del nostro sapere, fargli prendere luce, sorridere ad ogni incontro.

Museo Dello Spazio Oasi Della Playa Natura Protetta Mia

– Scusi, ma cosa c’entra con le macchine? Era stato previsto un posteggio sotterraneo, ma poi non se ne fece niente! *Si, ne ho sentito parlare! Credo che in questa martoriata terra, ci sia rimasto poco da perforare, scavare, profanare pietra. Quando incominciarono i lavori della metropolitana, ricordo come ieri le scosse, il tremolio delle fondamenta del palazzo, si fecero presenti molte crepe nei pilastri, ma era più forte il potere di quell’artificio, la civiltà metropolitana. Bisogna fermarsi, comprendere cosa sia rimasto di ciò che doveva essere, preservare il presente da un futuro grigio e ammalato. (Parlo da solo)

museo dello spazio 1mqdb playa catania

Respiro Viscerale Pianeta Rallentare la Marcia

Sogno la Playa possa divenire Oasi. Museo del Mare e dello Spazio. Ambasciata Planetaria Rispetto Pianeta.

Behind the Scenes in the Heart of the Garden

Oltre 18000 satelliti gravitano in cielo per un singolo progetto.

return oxygen to the earth

Dobbiamo tornare ad abbracciare la Natura, liberare la piazza dal posteggio, restituire Ossigeno alla Terra. Grato a tutti gli Alberi che hanno Intercesso per questa serata prodigiosa.

arte e moda al servizio della natura - Cleopatra

arte e moda al servizio della natura – Cleopatra

SICILIANPEOPLE (18.09.2020) RINASCITA SPIRITUALE E COLLETTIVA

Nel cuore del giardino di Palazzo Grimaldi, in viale XX settembre, splendido backstagedella manifestazione artistico culturale “Cerchi d’Oro Amo/ Re Amo/ Te” ideata in tandem da Liliana Nigro e Claudio Arezzo di Trifiletti. L’esercito della bellezza di ben oltre 70 modelle con indosso abiti e costumi creati dagli allievi della cattedra di Storia del Costume per lo Spettacolo dell’Accademia di Belle Arti di Catania, davanti agli occhi stupiti e curiosi dei passanti, nel rispetto delle regole anticovid e del distanziamento sociale, percorre la centrale Piazza Verga per una catarsi spirituale che tra la solitudine della quotidianità e dello smog cittadino ha visto abbracciare gli alberi della piazza, dipinti precedentemente con dei cerchi d’oro dall’artista Claudio Arezzo di Trifiletti come inno alla vita.

Autunno

Autunno

“Un evento, il primo in Sicilia che coniuga arte e natura- dichiarano Liliana Nigro e Claudio Arezzo di Trifiletti- che affonda le radici nell’amore più puro mettendo l’arte al servizio della natura, che cerca in tutti i modi di far risuonare la propria voce per la creazione di un futuro a misura d’uomo”. Una performance artistica che tra l’indifferenza sociale e la frenesia di un mondo votato al lavoro, in un pomeriggio di settembre finalmente baciato dal sole dopo le avverse condizioni metereologiche, punta attraverso il linguaggio della moda a ristabilire un contatto tra uomo e ambiente.

Elisa Guccione 

Fashion protects life

Il 17 Settembre, ore 19,00, “AMO/ RE AMO TE” L’Arte incinta la moda, l’artista Claudio Arezzo di Trifiletti insieme a 58 modelle e altrettanti stilisti del corso di costume per lo spettacolo, daranno vita ad una performance incredibile; L’opera CERCHI D’ORO, realizzata da Trifiletti sarà il palcoscenico di un abbraccio globale. Si ringrazia Enrico Grimaldi di Serravalle, che per l’occasione unica, aprirà le porte del suo sontuoso giardino alle indossatrici, per realizzare un interessante ed originale servizio fotografico. ARTE E MODA, per combattere L’odio, la disuguaglianza ed ancor di più per tutelare l’amore per la terra. Felice di essere protagonista insieme a voi di questa nuova pagina di storia.

liliana nigro enrico grimaldi claudio arezzo piazza giovanni verga catania

liliana nigro enrico grimaldi piazza giovanni verga catania

L’Arte combatte L’oscurità, la Moda difende la natura, si uniscono forze ed emozioni, congiunti da “CERCHI D’ORO”. Il 17 Settembre a Piazza Giovanni Verga, Catania, alle ore 19,00, 58 modelle abbracceranno L’OPERA Dell’artista Claudio Arezzo di Trifiletti. 58 stilisti pronti a vestire le vestali dell’arte, madri, sorelle, DONNE, protettrici del pianeta, con noi per una triade perfetta. Enrico Grimaldi di Serravalle aprirà le porte del suo giardino, sontuoso angolo verde che si trasformerà in backstage. Catania ed il mondo hanno bisogno d’Amore, ed è proprio per questo che la performance prende il titolo di “AMO/ RE, AMO TE”. Confidate con noi nell’amore, abbiate fiducia negli Uomini eletti, vivete con noi questo momento per una nuova pagina di storia. Claudio ed Enrico grazie per avere il privilegio di VIVERVI.

Liliana Nigro

One square meter of wood

Chiocciola, spirale, mandala, radici raccontano il cielo alla terra, rami raccontano la terra al cielo, foglie parlano al vento. Geometria dell’universo, guida terrestre, uccellini cantano senza tregua, campane suonano, sento a distanza casa. (Casa Museo sotto l’Etna)